La testimonianza cristiana nel contesto postmoderno. In dialogo a partire da Christoph Theobald

È uscito il n. 2/2019 della rivista "Studia patavina". Il focus parte da alcuni tratti della chiesa disegnata da Theobald e intreccia un dialogo, rispettoso ma anche creativo, con il teologo gesuita franco-tedesco sulla categoria della testimonianza come espressione della pratica della fede.

La testimonianza cristiana nel contesto postmoderno è il tema del focus del nuovo numero della rivista Studia patavina. L’approfondimento, articolato in quattro contributi a firma di docenti della Facoltà teologica del Triveneto, si propone come un dialogo con il pensiero di Christoph Theobald. L’occasione che ha avviato la riflessione è stata la presenza a Padova, nel novembre 2018, del teologo gesuita franco-tedesco, che ha tenuto la prolusione di inizio anno accademico alla Facoltà e un seminario per i docenti.

La condizione di minorità sociale in cui versa il cristianesimo nelle società occidentali e la percezione di vivere in un cambiamento d’epoca – come ha efficacemente sintetizzato papa Francesco – impongono un supplemento di riflessione riguardo al modo di intendere la testimonianza cristiana – fa notare Stefano Didonè, coordinatore del focus – e chiamano i credenti a pensarsi in termini radicalmente nuovi all’interno di un contesto socio-culturale che cambia a velocità crescente.

L’approfondimento qui proposto parte da alcune piste aperte da Theobald, che tratteggiano una figura di chiesa caratterizzata da alcuni segni, come «la riscoperta della dimensione della fraternità e un esercizio non autoritario del servizio dell’autorità, la pratica dell’ascolto della Parola condivisa tra credenti e non credenti e il discernimento comunitario» spiega Didonè nell’editoriale.

In relazione a questo, e sotto la spinta missionaria impressa da papa Francesco alla chiesa, si susseguono i quattro articoli: Il legame sociale nella prospettiva del Regno. La sfida del vivere insieme, di Alessio Dal PozzoloSantità ospitale e testimonianza cristiana. La generatività della fede alla prova del pluralismo culturale, di Stefano DidonèDiscernere e deliberare insieme. Percorsi negli Atti degli Apostoli, di Augusto BarbiLa testimonianza cristiana nella prospettiva della “pastorale della generazione”, di Giovanni Giuffrida.

Il dialogo, rispettoso ma anche creativo, con il pensiero di Theobald, conclude Didonè «sembra convergere verso un suggerimento: quello di interpretare la categoria della testimonianza come espressione della pratica della fede».

Oltre al focus, il fascicolo contiene altri articoli su diversi temi: Enrico Riparelli presenta una ricerca dal titolo Dialogo inter- e transdisciplinare nel Proemio di “Veritatis gaudium”Ugo Sartorio interviene sulla questione Sinodalità. Per una chiesa in riformaRenzo Beghini propone una riflessione in merito a Ripensare il bene comune: il contributo di papa FrancescoAlberto Sartori scrive su La questione della verità in Nietzsche a partire da “Su verità e menzogna in senso extra-morale”Davide Girardi offre un contributo sul tema Il futuro del Nord Est: una questione da porre.

Completa il fascicolo una ricca selezione di recensioni e segnalazioni bibliografiche.

Il volume 2/2019 può essere richiesto (al costo di € 17,00) a studiapatavina.abbonamenti@fttr.it

In allegato indice e abstract degli articoli della rivista.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail