Secondo ciclo – TP: focus su scelte di vita e vocazione

News aa 2017/2018 Percorso di teologia – licenza in Teologia pastorale. Il seminario-laboratorio annuale intercetta il tema del Sinodo dei vescovi mettendo a fuoco l’accompagnare nel discernimento il cammino dei giovani. Un docente africano, già studente della Facoltà, accompagnerà invece il cammino degli stranieri in formazione.

Scelte di vita e vocazione. Accompagnare nel discernimento il cammino dei giovani: è questo il titolo del seminario-laboratorio 2017/18 della specializzazione in teologia pastorale, ed era già stato formulato quando papa Francesco ha annunciato il tema del prossimo Sinodo dei vescovi (I giovani, la fede e il discernimento vocazionale). Una felice coincidenza di pensiero, che in Facoltà è nata nel gruppo di lavoro che coinvolge i docenti dell’area pastorale delle diverse sedi in rete nel Triveneto.

Punto qualificante dell’offerta formativa per gli studenti del secondo ciclo del percorso di studi in teologia – non soltanto per gli ordinari, ma anche per quanti volessero frequentare come uditori (per informazioni clicca qui) – il seminario annuale proporrà un tema delicato e importante «perché mette in gioco la questione della libertà della persona e la responsabilità che è della comunità cristiana nei confronti di coloro che si interrogano sulla propria vita, sul futuro della propria esistenza» spiega don Riccardo Battocchio, vicedirettore del secondo ciclo.

«Il seminario – aggiunge la coordinatrice Assunta Steccanella – accoglie la domanda oggi scottante e generatrice del Sinodo su “come accompagnare i giovani a riconoscere e accogliere la chiamata all’amore e alla vita in pienezza”. Nel corso dell’anno si aprirà una prospettiva ampia: a partire dall’analisi delle diverse scelte che articolano stato di vita e professione, modalità di impegno sociale e politico, stile di vita… si avvierà un processo di discernimento con un approccio interdisciplinare che prevede l’ascolto delle scienze umane, della teologia e della Scrittura e, non meno importante, di alcune testimonianze di chi lavora sul campo. Considerando l’azione pastorale corrente, si verificherà se e come le comunità locali si prendano cura della fatica che investe i giovani nella ricerca del proprio posto nel mondo».

Accanto al seminario, la specializzazione in Teologia pastorale offre una rosa di corsi base e di discipline comuni alla specializzazione in Teologia spirituale, assieme ad alcuni corsi di indirizzo (info).
Fra i docenti di questi ultimi, in particolare, si segnala la presenza di Roberto Repole, presidente dell’Ati – Associazione teologica italiana, con un corso su Il dono della missione, la missione come dono. Per ripensare l’evangelizzazione della chiesa sotto l’impulso di Evangelii gaudium e nell’epoca della secolarizzazione.


Del tutto nuova sarà l’esperienza di insegnamento proposta da Georges Kossi Koudjodji, giovane prete africano (originario del Togo) che ha conseguito presso la Facoltà del Triveneto i titoli di licenza e di dottorato (nel 2014, con la tesi La médiation des ancêtres chez les eve du Togo et sa reception par le christianisme. Une lecture phénoménologique et théologique). Rientrato al suo paese al termine degli studi, dopo tre anni torna a Padova per tenere un ciclo di lezioni su Missione della chiesa e inculturazione del vangelo.

«Questo giovane teologo africano è stato invitato nella logica dello scambio dei doni fra le chiese e dei contesti nei quali si fa teologia – spiega Battocchio –. Riteniamo che questa presenza possa essere di stimolo e d’aiuto per gli studenti africani che studiano in Facoltà (attualmente sono una decina, provenienti da Togo, Camerun, Mozambico, Guinea, Burundi, Costa d’Avorio) e che per gli studenti italiani sia utile a conoscere meglio la teologia e la cultura africana, che si coniuga su codici diversi da quelli occidentali».

Lo scambio è reso possibile anche grazie a una donazione fatta dal vescovo emerito di Padova mons. Antonio Mattiazzo ed espressamente destinata al sostegno di studenti di provenienza extraeuropea.

Per conoscere le novità 2017/2018 per l’altra specializzazione proposta dal secondo ciclo della Facoltà – quella in Teologia spirituale  leggi l’articolo: Secondo ciclo-TS: dieci anni di teologia spirituale

Per ulteriori informazioni consultare in questo sito la sezione OFFERTA FORMATIVA > PERCORSO DI TEOLOGIA > LICENZA e in particolare le pagine:
– presentazione
– piano di studi 
– contatti 
Scarica il depliant che illustra l’offerta formativa

Le iscrizioni alla Facoltà teologica del Triveneto
sono aperte fino alla fine di settembre 2017
(tranne il periodo di chiusura della segreteria, dal 22 luglio al 27 agosto).

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail