f.a.q. – vorrei sapere…

 

Raccogliamo qui le domande più frequenti (Frequently Asked Questions) che possono sorgere circa un percorso di studi teologici. Se non trovi l’informazione desiderata scrivi a segreteria@fttr.it .

O

A. Domande generali

B. Circa l’iscrizione ai corsi

O

A. – DOMANDE GENERALI 

◊ Da tempo penso di approfondire la mia fede con lo studio sistematico delle materie teologiche. Che percorso posso fare? – Sono in molti a esprimere questo desiderio. In base all’interesse, formazione culturale previa, disponibilità di tempo e di spostamenti è possibile trovare la soluzione più idonea. In genere, per un approccio di base senza scopi accademici e di titoli di studio l’offerta formativa delle SCUOLE DI FORMAZIONE TEOLOGICA diocesane (o di altri istituti teologici) è la strada preferibile per chi lavora e non ha molto tempo a disposizione. Invece i percorsi offerti dagli ISTITUTI SUPERIORI DI SCIENZE RELIGIOSE e il PERCORSO DI TEOLOGIA sono veri percorsi accademici di livello universitario che mirano al conseguimento di titoli accademici riconosciuti dalla Santa Sede e – a certe condizioni – dallo Stato Italiano.

◊ Vorrei insegnare religione cattolica nella scuola pubblica. Che tipo di percorso teologico devo affrontare? – In base al recente accordo CEI-MIUR dal 2017 gli insegnanti di religione che non siano già in ruolo dovranno avere il titolo di studio di Baccalaureato in Teologia (con alcuni insegnamenti particolari nel piano di studi) oppure quello di Laurea Magistrale in Scienze Religiose. I titoli sono indispensabili, ma poi l’abilitazione all’insegnamento è di pertinenza degli Uffici Scuola diocesani.

◊ Sono laico/a. Non sono orientato ad un cammino vocazionale. Posso studiare teologia? – Sì. I percorsi di studio sono aperti a tutti. Solo il percorso di teologia (1° ciclo) è indispensabile per la formazione sacerdotale, ma anche questo è un percorso accademico aperto anche ai laici presso la sede centrale in Padova.

◊ Non sono più molto giovane, ho concluso la carriera lavorativa. Mi è precluso per motivi di età lo studio della teologia? – No. Non sono previsti limiti di età per l’iscrizione ai corsi di teologia.

◊ Sono un lavoratore/-trice, ma vorrei studiare teologia. La frequenza delle lezioni dei corsi è obbligatoria? – Sì. Sia per il Primo ciclo e per il Secondo ciclo del percorso teologico, sia per il percorso ISSR. Necessaria la presenza ai 2/3 delle lezioni.

◊ Vorrei frequentare alcuni corsi proposti nel primo e secondo ciclo (oppure dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose – ISSR) per il mio interesse e formazione personali, non per ottenere titoli di studio. E’ possibile? – Sì. Esiste lo status di studente uditore che si iscrive a singoli corsi. L’iscrizione è comunque prevista solo dopo colloquio con il direttore del ciclo di pertinenza. Infatti, per poter frequentare alcuni corsi è necessario prima averne frequentati altri “di base” o propedeutici.

◊ Per studiare teologia è indispensabile conoscere il greco, il latino e l’ebraico? – Nel percorso di teologia (1° e 2° ciclo) questi insegnamenti sono indispensabili, e la facoltà ne offre anche i rispettivi corsi. Per altri percorsi di studi teologici (ISSR o Scuole di formazione teologica), no.

◊ Nella vostra facoltà è possibile la frequenza ai corsi in forma remota/multimediale? – No.

◊ Posso usufruire dei servizi della Biblioteca FTTR anche se non sono iscritto alla Facoltà o ISSR? – Sì. Rivolgersi in Biblioteca per le modalità di iscrizione.

◊ La Facoltà Teologica del Triveneto è riconosciuta dallo Stato italiano? – Sì. La Facoltà Teologica del Triveneto è iscritta al Registro Prefettizio delle Persone Giuridiche della Prefettura di Padova al n. 369 (Decreto del Presidente della Repubblica del 10.03.2006, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 06.04.2006, n. 81 al 06A03317).

◊ E’ possibile detrarre dalle tasse le spese per le tassazioni ai corsi della FTTR? – Sì. La FTTR è riconosciuta dallo Stato italiano e le tassazioni sono detraibili secondo quanto indicato dal Decreto 288/2016 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (24/09/2016), area disciplinare: “umanistico-sociale”.

◊ I titoli accademici ecclesiastici sono riconosciuti dalla Repubblica Italiana? – Sì, ma non automaticamente. I Titoli accademici di Baccalaureato, Licenza e Dottorato in Sacra Teologia rilasciati dalla Facoltà Teologica del Triveneto sono di diritto pontificio. Agli effetti civili hanno valore secondo i Concordati, le legislazioni vigenti nei vari Stati, e le norme particolari delle singole Università o Istituti Universitari. La situazione oggi vigente in Italia, salvi sempre i poteri discrezionali dei singoli Consigli di Facoltà degli Atenei e Istituti Universitari, è la seguente «I titoli accademici in teologia e nelle discipline ecclesiastiche, determinate d’accordo tra le Parti, conferiti dalle Facoltà approvate dalla Santa Sede, sono riconosciuti dallo Stato» (art. 10,2 della Legge 25/3/1985, n. 121). Per il riconoscimento del titolo è necessaria una procedura amministrativa: chiedere informazioni presso la segreteria FTTr.

O

question-markB. CIRCA L’ISCRIZIONE AI CORSI

◊ Quali titoli di studio sono necessari per accedere ai corsi di teologia offerti dalla FTTR – Per il Primo ciclo è necessario il diploma di maturità; per il secondo ciclo il diploma di Baccalaureato. Per l’ Istituto Superiore di Scienze Religiose, il diploma di maturità.

◊ Appartengo ad una chiesa cristiana diversa da quella cattolica: posso iscrivermi ai corsi della FTTR o dell’ISSR? – Sì. Gli studenti non cattolici che si iscrivono al primo ciclo FTTR sono tenuti alle condizioni generali previste agli articoli 23 e 24 del regolamento FTTR (cf. Annuario in pdf scaricabile da questo sito). Se non è possibile una lettera di presentazione di un’autorità religiosa, si richiede per l’ammissione un colloquio con il Preside/Direttore. Per l’ammissione al secondo ciclo FTTR è richiesto un titolo equiparabile al grado del Baccalaureato e un esame orale sulle aree fondamentali della Teologia cattolica, nelle modalità indicate dal Direttore del secondo ciclo. – Anche l’iscrizione all’ISSR non è preclusa, secondo il regolamento dello stesso istituto.

◊ Ho una laurea civile. Mi vengono riconosciuti dei crediti formativi se intraprendo il percorso di teologia o ISSR? – Bisogna valutare caso per caso, il tipo di laurea conseguita e il piano di studi affrontato: da lì poi verificare se alcuni crediti (di ambito umanistico-filosofico-letterario-storico) possano essere omologabili al percorso interessato.

◊ Ho il diploma di un percorso completo in una Scuola di Formazione Teologica. Vorrei continuare gli studi teologici presso la facoltà teologica o un ISSR. Mi verranno omologati dei crediti? – No. Il tenore dei corsi (= crediti formativi per materia) della Scuola di Formazione Teologica non è compatibile con i requisiti di crediti ects esigiti dal percorso teologico o ISSR.

◊ Ho il diploma di “Magistero in Scienze Religiose” (vecchio ordinamento 4 anni) oppure ho la Laurea Magistrale in Scienze Religiose (nuovo ordinamento, 3+2). Posso ottenere il Baccalaureato in Teologia? – Sì. Sarà però necessario valutare caso per caso il curriculum pregresso; verificare i crediti formativi mancanti; frequentare i corsi necessari (obbligo di frequenza alle lezioni per almeno 2/3 delle stesse); sostenere gli esami necessari; accedere all’esame finale di Baccalaureato in Teologia. In genere questo percorso necessita di 2 anni accademici. Informazioni più precise solo incontrando il Direttore del Primo ciclo e avendo con sé la documentazione dei certificati di studio in possesso.

◊ Ho il diploma di “Magistero in Scienze Religiose” (vecchio ordinamento 4 anni) oppure ho la Laurea Magistrale in Scienze Religiose (nuovo ordinamento, 3+2). Posso iscrivermi al biennio di specializzazione in Teologia (pastorale/spirituale)? – No. Per accedere come studente ordinario al biennio di specializzazione di Teologia (pastorale o spirituale o altre discipline in altre sedi) è necessario conseguire il titolo di Baccalaureato in Teologia. Se però non si desidera conseguire il titolo di licenza, è possibile frequentare i corsi come studente uditore.

◊ Ho già una licenza in teologia, ma vorrei anche una licenza in teologia pastorale o spirituale. Posso iscrivermi? – In genere chi ha già un titolo di licenza in teologia prosegue il suo percorso con il dottorato in teologia. Tuttavia, per motivate cause, è possibile anche ottenere una seconda licenza. Alcuni crediti formativi potranno essere omologati dalla prima licenza, previa però verifica da parte del Direttore del ciclo della della compatibilità con il piano di studi del biennio di licenza FTTR.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail