La terza forma del sacramento della penitenza

La Facoltà promuove un seminario di confronto sull’esperienza della terza forma penitenziale, introdotta in tempo di pandemia da alcune diocesi con un notevole riscontro di partecipazione dei fedeli. Un’occasione per riflettere sulla prassi penitenziale nella chiesa anche nel tempo ordinario e soprattutto nel tempo che verrà.

La Facoltà teologica del Triveneto promuove il seminario La terza forma del sacramento della penitenza. Dibattito a partire dalla prassi introdotta durante il Covid-19.

«Ci è stato chiesto di riflettere sull’esperienza della terza forma penitenziale che alcune diocesi del Triveneto hanno introdotto e che ha in genere avuto notevole riscontro – spiega il preside Andrea Toniolo –. Tale iniziativa è l’occasione preziosa per soffermarsi sulla prassi penitenziale nella chiesa, non soltanto in tempo di emergenza, come l’attuale, ma anche nel tempo ordinario e soprattutto nel tempo che verrà».

Il gruppo di lavoro è composto da docenti di Liturgia, di Teologia morale, di Diritto Canonico, di Teologia pastorale e sacramentale, provenienti dalla Facoltà teologica del Triveneto, dall’Istituto di Liturgia pastorale di Santa Giustina e dalla Facoltà di Diritto canonico S. Pio X di Venezia.

La partecipazione al seminario è su invito. Il primo appuntamento, che si svolgerà on line, è lunedì 22 febbraio 2021.
Ad aprire i lavori saranno gli interventi di Giulio Viviani, docente di Liturgia, e di Ezio Falavegna, docente di Teologia pastorale. La discussione sarà avviata da Andrea Gaino, docente di Teologia morale, e Pierpaolo dal Corso, docente di Diritto canonico. Seguirà il confronto fra i partecipanti.

Facebooktwitterlinkedinmail