Famiglie “ferite”: al via il corso per operatori pastorali

Zelarino (Venezia), 14 ottobre 2017. Inizia il corso, organizzato da Fttr e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia, per operatori di pastorale familiare chiamati ad accompagnare coppie e famiglie cristiane “ferite”, alla luce delle riflessioni di papa Francesco in “Amoris laetitia”.

Sono andati rapidamente esauriti i posti a disposizione per il corso Il servizio della chiesa verso le “famiglie ferite”, promosso da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia. Tanto infatti è stato l’interesse per una proposta formativa che cerca di rispondere al bisogno di operatori pastorali che accompagnino persone, coppie, famiglie che hanno vissuto la separazione e/o il divorzio anche con l’inizio di una nuova unione.

Sabato 14 ottobre inizia il percorso per i 70 iscritti (laici, preti e religiosi/e, provenienti da tutto il Triveneto) che saranno impegnati, nella mattinata, a seguire gli interventi del vescovo di Adria-Rovigo, mons. Pierantonio Pavanello, su La chiesa a servizio delle famiglie: prospettive teologiche e pastorali e di Giuseppe Mazzocato, docente di Teologia morale alla Facoltà teologica del Triveneto, su L’approccio pastorale dell’esortazione apostolica “Amoris laetitia” di papa Francesco. Nel pomeriggio sono previsti due laboratori a cura di Francesco Pesce, docente di Teologia pastorale all’Istituto superiore di Scienze religiose “Giovanni Paolo I” di Belluno, Treviso e Vittorio Veneto: il primo metterà a tema Opportunità e fatiche della missione pastorale verso le famiglie, mentre il secondo si focalizzerà sull’esortazione apostolica Amoris laetitia, il documento che fa da sfondo e ispira tutto il percorso.

I prossimi incontri sono in programma il 21 ottobre, l’11 e il 18 novembre.
In primavera saranno proposti due approfondimenti: il 17 marzo 2018 su Attenzioni pastorali, virtù umane e dinamiche psicologiche per accompagnare, discernere e integrare la fragilità; il 14 aprile su Il discernimento delle situazioni dette “irregolari”.

Il corso è riservato agli iscritti.

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail