Romano Guardini, un ponte tra due culture

Trento, 2-4 ottobre 2018. Nel cinquantesimo anniversario della morte del pensatore italo-tedesco, il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento in collaborazione con l’Issr “Romano Guardini” promuove un convegno internazionale che riunisce i massimi esperti del pensiero guardiniano.

Il 1° ottobre 1968 moriva a Monaco di Baviera il pensatore italo-tedesco Romano Guardini. Padre veronese e madre trentina, ma pienamente inserito nella cultura tedesca al punto da essere considerato uno dei più originali filosofi tedeschi del Novecento.

Proprio a ridosso del cinquantesimo anniversario della sua scomparsa, dal 2 al 4 ottobre 2018, il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento in collaborazione con l’Istituto superiore di Scienze religiose “Romano Guardini” (collegato alla Facoltà teologica del Triveneto) promuove un convegno internazionale dal titolo Romano Guardini (1885-1968) Un ponte tra due culture. L’appuntamento riunirà i massimi esperti del pensiero guardiniano e favorirà un ulteriore avanzamento degli studi su questo intellettuale europeo, che ha offerto contributi straordinari alla filosofia in generale e alla filosofia della religione in particolare, alla teologia, all’ambito pedagogico, alla riflessione politica, all’ermeneutica letteraria, all’antropologia sviluppando un pensiero imponente e originale.

Il convegno si terrà nell’aula magna Vigilianum, Polo culturale diocesano, in via Endrici 14 a Trento.

Clicca qui per scaricare il programma.
Clicca qui per scaricare la locandina.

Per informazioni contattare la segreteria organizzativa:
Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università di Trento, eventi.lett@unitn.it – tel. 0461-281777
Issr “Romano Guardini”, segreteriaissr@diocesitn.it – tel. 0461-912007

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail