Verso il matrimonio cristiano

Intorno alle provocazioni di “Amoris laetitia” la Facoltà ha sviluppato un articolato percorso di analisi sul tema dei cammini di preparazione al matrimonio cristiano, mettendo alcuni punti fermi per un’azione pastorale che voglia incontrare i futuri sposi nella verità della loro esperienza e del loro progettarsi. “Verso il matrimonio cristiano. Laboratorio di discernimento pastorale” è il titolo del volume, curato da Francesco Pesce e Assunta Steccanella, che raccoglie i frutti di questo lavoro.

Il volume Verso il matrimonio cristiano. Laboratorio di discernimento pastorale, a cura di Francesco Pesce e Assunta Steccanella, è frutto della ricerca realizzata presso la Facoltà teologica del Triveneto sul tema dei cammini di preparazione al matrimonio cristiano. Intorno alle provocazioni di Amoris laetitia si è sviluppata un’azione di discernimento pastorale che si è avvalsa sia dei contributi teorici di numerosi docenti – di discipline teologiche, sacra Scrittura e scienze umane – che dell’attività di ricognizione e analisi di quanto è già operativo nelle chiese locali, con attenzione ad alcune esperienze particolarmente significative.

Alle radici di questa attenzione – si legge nella presentazione al volume – è la consapevolezza di come la famiglia sia oggi immersa in un processo di trasformazione socio-culturale capace di influire tanto sulla sua percezione di valore quanto sulla sua stabilità e di come, per far fronte al senso di precarietà che sembra incombere, sia importante anche «aiutare i giovani a scoprire il valore e la ricchezza del matrimonio» (Amoris laetitia, n. 205). Papa Francesco ha ricordato più volte come questo chiami le strutture ecclesiali a «convergere verso un comune intento ordinato alla preparazione adeguata al matrimonio, in una sorta di nuovo catecumenato».

Esito dell’articolato lavoro di analisi è l’elaborazione di una proposta finale che raccoglie alcuni spunti emersi lungo il percorso e che può rivelarsi utile per la prassi pastorale corrente. Il primo elemento emerso è relativo allo stile di fondo di ogni proposta, imperniato su un’accoglienza senza condizioni dei giovani che chiedono il matrimonio e con l’eventuale offerta di cammini differenziati. L’attenzione principale, inoltre, non deve essere rivolta a trasmettere un insieme di nozioni, ma della percezione di essere inseriti in un processo che inizia e che è affidato in ultima istanza alla libertà della coppia. La dimensione ecclesiale, infine, è elemento cruciale.

«In prospettiva catecumenale – è la conclusione del lavoro – si tratterebbe quasi di una mistagogia del matrimonio, un camminare con chi si è avviato su una strada nuova, per sostenerlo e per gioire insieme. Il ruolo della comunità, delle coppie animatrici, di una struttura attenta alla realtà delle giovani famiglie è qui centrale. A questa dimensione sembra importante dedicare la maggior attenzione, iniziando fin da subito a investirvi delle energie, perché il cammino della chiesa con i fidanzati non è teso solo al sacramento del matrimonio, ma vuol essere accompagnamento alla vita sponsale».

 

Francesco Pesce – Assunta Steccanella (a cura), Verso il matrimonio cristiano. Laboratorio di discernimento pastorale (Didache. Percorsi, 12), Emp-Fttr, Padova 2018, pp. 264, isbn 978-88-250-4806-3, € 19,00.

Scarica l’indice e un estratto del libro. 

Vai alla scheda del volume.

 

Paola Zampieri

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail